25 giugno – Etica del Desiderio

dalle 18.00 alle 22.00

Troppo spesso l’etica viene percepita come una dimensione limitante, interessata solo a tracciare confini e dicotomie bloccate. Ma un’etica del desiderio può assumere un carattere interrogativo, prima ancora che sovversivo. Ci porremo delle domande – delle richieste di desiderio – con Chiara Valerio, Vito Mancuso, Ilaria Gaspari, Francesco D’Isa, N.A.I.P.

Speaker

Vito Mancuso

Incontro "A proposito del senso della vita"
Bio
Vito Mancuso, teologo e filosofo, ha insegnato presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, l’Università degli Studi di Padova e attualmente è docente del master in Meditazione e Neuroscienze dell’Università degli Studi di Udine.
È autore, tra gli altri libri, di L’anima e il suo destino (2007), La vita autentica (2009), Obbedienza e libertà (2012). Il suo pensiero è oggetto di una monografia uscita in Germania nel 2011 (Essentials of Catholic Radicalism. An Introduction to the Lay Theology of Vito Mancuso).
Per Garzanti ha pubblicato Io e Dio. Una guida dei perplessi (2011), Il principio passione (2013), Io amo. Piccola filosofia dell’amore (2014), Questa vita (2015), Dio e il suo destino (2015), Il coraggio di essere liberi (2016), Il bisogno di pensare (2017), La via della bellezza (2018), La forza di
essere migliori (2019) e Il coraggio e la paura (2020), I quattro Maestri (2020). Dirige la collana I Grandi Libri dello Spirito.

Chiara Valerio

Lectio "Eva futura"
Bio
Chiara Valerio (Scauri,1978) Ha scritto romanzi, racconti, critica letteraria e teatro. Il suo ultimo libro è La matematica è politica, Einaudi, 2020. Redattore di Nuovi Argomenti, collabora con La Repubblica, L’Espresso e Vanity Fair.  Con Fabiana Carobolante e Lorenzo Pavolini cura Ad alta voce di Radio 3 e, sempre per Radio 3, conduce, ogni domenica mattina, il programma L’isola deserta. Per la casa editrice nottetempo, ha tradotto e curato Flush,Freshwater Tra un atto e l’altro di Virginia Woolf e Ti basta l’Atlantico? (Lettere tra Virginia Woolf e Lytton Stratchey  con Alessandro Giammei).  È la responsabile della narrativa italiana della casa editrice Marsilio. Ha un dottorato in Calcolo delle probabilità e un gatto.

Francesco D’Isa

Dialogo "Futuro del linguaggio e dello stile filosofico"
Bio
Francesco D’Isa  (Firenze, 1980), di formazione filosofo e artista visivo, ha esposto internazionalmente in gallerie e centri d’arte contemporanea. Dopo l’esordio con la graphic novel I. (Nottetempo, 2011), ha pubblicato saggi e romanzi per Hoepli, effequ, Tunué e Newton Compton. Il suo ultimo saggio è in Trilogia della Catastrofe (effequ, 2020) mentre il suo ultimo romanzo è La Stanza di Therese (Tunué, 2017). Direttore editoriale dell’Indiscreto, scrive e disegna per varie riviste.

Ilaria Gaspari

Dialogo "Futuro del linguaggio e dello stile filosofico"
Bio
Ilaria Gaspari ha studiato filosofia alla Scuola Normale Superiore di Pisa e si è addottorata all’università Paris I Panthéon-Sorbonne con una tesi sullo studio delle passioni nel Seicento. Nel 2015 per Voland è uscito il suo primo romanzo, Etica dell’acquario. Nel 2018, per Sonzogno, Ragioni e sentimenti. L’amore preso con Filosofia. Per Einaudi ha pubblicato Lezioni di felicità. Esercizi filosofici per il buon uso della vita (2019), già tradotto in diverse lingue, e Vita segreta delle emozioni (2021). Collabora con vari giornali e insegna scrittura. Vive tra Roma e Parigi.

Paolo Pecere

Lectio "Il dio che danza"
Bio
Paolo Pecere insegna Storia della filosofia all’università di Roma Tre. Si occupa dei rapporti tra filosofia, scienze della natura e psicologia in età moderna e contemporanea. Tra i suoi libri: La filosofia della natura in Kant (Pagina 2009), Dalla parte di Alice. La coscienza e l’immaginario (Mimesis 2015), Soul, Mind and Brain from Descartes to Cognitive Science. A Critical History (Springer 2020), e il manuale di Filosofia per Licei La ricerca della conoscenza (Mondadori 2018, con R. Chiaradonna). Scrive di viaggi e di libri sul “Tascabile” Treccani. Ha pubblicato inoltre i romanzi La vita lontana (LiberAria 2018) e Risorgere (Chiarelettere 2019) e il saggio narrativo Il dio che danza. Viaggi, trance, trasformazioni (nottetempo 2021).

N.A.I.P.

Concerto filosofico
Bio
N.A.I.P. è l’acronimo di “Nessun artista in particolare”, il progetto musicale di cantautorato elettronico alternativo di Michelangelo Mercuri, 30 anni calabrese di nascita, bolognese di adozione, che ha conquistato la grande attenzione del pubblico nazionale grazie al successo riscontrato durante l’ultima edizione di X FACTOR.

Dall’11 dicembre è in tutte le piattaforme digitali “Nessun Album In Particolare”, il suo EP di esordio da solista per Sony Music Italy, dopo una lunga esperienza con la band i Dissidio, formazione rock sperimentale e un’intensa attività live nei circuiti underground.

N.AI.P. è polistrumentista: suona la batteria elettronica, synth, loop station, chitarra, voce, spesso anche in simultanea in una straordinaria messa in scena da teatro-canzone.

Il suo nome è un manifesto di intenti, una proposta provocatoria e disturbante, ma fortemente radicata con la narrazione del cantautorato italiano dell’età dell’oro.
Nessun artista in particolare e nessun album in particolare.

Matteo Saudino

Dialogo "La scuola del desiderio"
Bio
Nasce a Torino nel 1974. Insegna Filosofia e Storia da 20 anni presso i licei torinesi. Ha collaborato con l’Università di Torino come docente di Istituzioni Politiche presso la SISS, scuola di specializzazione per la formazione degli insegnanti. Lavora come formatore per il Servizio Civile Volontario Nazionale su temi quali diritti umani, pace, democrazia, cittadinanza attiva. Ha curato il volume Per essere Cittadini (edizioni Stylos, 2004). Ha progettato e tenuto laboratori di filosofia per bambini e ragazzi nella scuola primaria e secondaria di primo grado. Autore per Pearson Paravia di manuali di educazione civica e storia, partecipa regolarmente a festival e tiene conferenze e seminari di filosofia in tutta Italia. Scrive per i siti di informazione comune-info.net e volerelaluna.it. Ha pubblicato il volume di poesie Fragili Mutanti (Eris Edizioni, 2012). Coautore del libro Il Prof fannullone (ed. NuovaPromo, 2017) e Cambiamo la scuola (Eris edizioni, 2021), è l’ideatore del popolare canale YouTube di divulgazione filosofica e storica BarbaSophia che conta oltre 170.000 iscritti. Ha pubblicato La filosofia non è una barba (Vallardi editore, 2020).

Chiara Foà

Dialogo "La scuola del desiderio"
Bio
Chiara Foà, laureata in storia contemporanea, insegna da vent’anni materie letterarie nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado. Ha scritto “Gli ebrei e i matrimoni misti. L’esogamia nella comunità Torinese (1866 – 1898)” (Silvio Zamorani editore, 2001). Con Matteo Saudino ha scritto il manuale di educazione civica “Crescere cittadini” e “Il prof fannullone. Appunti di una coppia di insegnanti ribelli nell’esercizio del mestiere più antico del mondo (o quasi)” (Independently published, 2017).

Laboratori

Laboratori filosofici di e con Matteo Saudino.

Il corpo tra prigione e armonia (25 giugno)

Torna su